L'alpinismo giovanile nasce dalla volontà del Club Alpino Italiano di offrire ai giovani un approccio corretto e costruttivo con la montagna e con i valori di cui questa realtà è portatrice.

Per garantire metodo ed uniformità nel seguire questi obbiettivi è stato redatto un Progetto Educativo che pone in primo piano il Giovane ed il Gruppo di cui è parte integrante.

Così attraverso attività svolte prevalentemente in ambiente montano, si mira a fornire loro adeguate conoscenze tecniche e culturali.

 

 

L'alpinismo giovanile è una delle attività istituzionali dei C.A.I. e si rivolge a bambini e ragazzi dagli otto ai diciassette anni. Ha lo scopo di far conoscere ai giovani la montagna, in modo corretto e responsabile, si propone di avviare i giovani alla pratica dell'escursionismo e delle attività di montagna, garantire la sicurezza e favorire la consapevolezza delle proprie capacità e limiti, diffondere la conoscenza e il rispetto per la natura.

Il "piano didattico" che il corso di Alpinismo Giovanile intende realizzare consiste in una serie di attività finalizzate ad affrontare argomenti specifici quali la conoscenza dei valori dell'alpinismo e della montagna, la storia e la geografia dell'ambiente montano e prevede nelle singole uscite in montagna l'acquisizione di nozioni su argomenti quali l'orientamento, la meteorologia, la sicurezza, i pericoli da affrontare, la corretta alimentazione e la preparazione fisica.

Le attività svolte variano dal semplice camminare alle prove di arrampicata, si allargano alle tecniche per procedere sulla neve o fuori sentiero, utilizzano il gioco, abituano a gestirsi nell'abbigliamento e nell'alimentazione; tutto ciò perchè l'ambiente alpino è uno straordinario terreno di conoscenze e di esperienze, una palestra di vita che consente una notevole crescita umana. 

Tutto questo è possibile grazie agli accompagnatori: persone motivate ed esperte che volontariamente dedicano gran parte del loro tempo nell'accompagnare in sicurezza i ragazzi in montagna e ai quali intendono trasmettere le proprie esperienze e il proprio entusiasmo.